Storia delle relazioni internazionali: dal 1918 ai giorni by Ennio Di Nolfo

By Ennio Di Nolfo

L. a. nuova edizione di questo quantity da conto della serie di eventi che, con l'inizio del XXI secolo, ha radicalmente modificato i caratteri del sistema internazionale. Questi i principati elementi di novità: il preciso delinearsi della crisi di supremazia americana, messa in evidenza dalla mancata soluzione dei problemi mediorientali e dall'affiorare di un sistema internazionale composito; il nuovo contesto generato dall'emergere della forza economica e-o politica della Cina e dell'India; il ruolo dell'Europa dopo los angeles bocciatura del progetto di Costituzione e in vista della ratifica del trattato di Lisbona; il declino e i caratteri della ripresa russa sotto Putin e fino alla presidenza Medvedev; il progressivo sottrarsi dell'America latina dal controllo statunitense; l'emergere in Africa dei primi segni di uscita dall'isolamento.

Show description

Read Online or Download Storia delle relazioni internazionali: dal 1918 ai giorni nostri PDF

Best italian books

Extra info for Storia delle relazioni internazionali: dal 1918 ai giorni nostri

Example text

Per tutto il 1922 la richiesta di w1a decisione defi11itiva si trascinò sinché l'occupazione francese della Ruhr non impresse una svolta a tutta la questione. In astratto, la soluzione più semplice del problema consisteva nel fatto che i Tedeschi possedessero la capacità e avessero la vo­ lontà di pagare, compensando in tutto o in parte i debiti dei paesi vincitori verso gli Stati Uniti. Questa era diventata una necessità im­ presci11dibile dal momento i11 cui le autorità americane incaricate di negoziare il pagamento di tali debiti avevano introdotto una nor­ mativa che espressamente vietava la riduzione degli importi dovuti dagli Alleati (febbraio 1 922).

Esecuzionismo francese e sicurezza europea. Su queste basi si delineavano i due temi che avrebbero ispirato per un certo tempo la politica estera francese: il tema dell'esecuzionismo e quello della sicurezza. Esecuzionismo era l' etichetta attribuita alla volontà fran­ cese di impedire che la Germania si sottraesse all'esecuzione anche minima delle clausole del trattato di pace. Era, in altri termini, una richiesta di rigore punitivo che doveva restaurare le lacerazioni su­ bite dal tessuto degli accordi giuridici.

Ma significava anche, e soprattutto, come osservò la di­ plomazia italiana durante i mesi del negoziato, quando Mussolini cercò di ottenere, in cambio dell'assenso italiano, sia concessioni sul piano coloniale sia l'estensione della garanzia al confine fra l'Italia e l'Austria al Brennero, in previsione di un non troppo immagina­ rio Anschluss, che in Europa potevano esistere due categorie di si­ stemazioni territoriali: quelle meritevoli di una garanzia specialissi­ ma, e di conseguenza non modificabili se non a condizione dell'e­ splosione di un conflitto generale; e quelle meritevoli di una garanzia semplice, la garanzia dei trattati di pace, le quali, per il fat­ to di non richiedere conferme supplementari, venivano retrocesse al rango di sistemazioni che potevano essere modificate, magari an­ che al prezzo di un conflitto, ma non necessariamente di un con­ flitto globale: come gli avvenimenti del 1 93 8 si incaricarono di rive­ lare, dimostrando insieme i limiti strategici della visione britannica della politica europea.

Download PDF sample

Rated 4.64 of 5 – based on 49 votes