Le scienze esatte nell'antichità by O. Neugebauer

By O. Neugebauer

Show description

Read or Download Le scienze esatte nell'antichità PDF

Best italian books

Extra info for Le scienze esatte nell'antichità

Example text

Gliel'ha insegnata la obāsan? » s'interrompe e mi guarda in faccia; fingo di non sapere niente. «Ero ancora molto giovane, ma quando veniva le raccontavo la storia di Nagara. In principio stentava a ricordare la poesia, poi, a furia di sentirla, ha finito con l'impararla a memoria». «Adesso capisco perché conosce versi così difficili. » «Le suscita pena? Io non avrei composto una poesia così. » «È vero, è assurdo. » «Che farei? Ma è semplice, mi prenderei Sasada e Sasabe come amanti». » «Sì». » «Non c‘è niente di notevole, è ovvio».

Se dovessi annotare tutte le espressioni usate fin dai tempi antichi, in Oriente o in Occidente, per descrivere le donne belle, comporrei un‘opera dal volume paragonabile a quello della Grande Raccolta dei Sutra. Se da questa profusione di aggettivi volessi isolare i più atti a lodare la donna che mi osserva beatamente a tre passi di distanza, con il corpo inclinato in posa obliqua, guardando con la 13. Secondo una credenza popolare gli uomini malvagi rinascerebbero come animali. 31 coda dell‘occhio il mio stupore e la mia confusione, chissà quanti ne troverei.

Se le avessi pronunciate davvero per scherzare mi meriterei il suo disprezzo. Gli uomini non molto intelligenti ricorrono spesso a simili frasi quando vogliono mostrarsi a tutti i costi spiritosi. » Non sembra mostrare alcuna attenzione alla porcellana. «Ho l‘impressione che sia proprio cinese», sentenzio alzando il piatto e osservandone il fondo. » «Sì, le sarei grato». «Mio padre ama molto gli oggetti di antiquariato, ne ha raccolti diversi. Gli parlerò. Così le offrirà un tè». La parola tè mi irrita.

Download PDF sample

Rated 4.33 of 5 – based on 15 votes